Stomaco Salute > ricerche > Significato prognostico dei marcatori tumorali in T4a gastrico cancer

Significato prognostico dei marcatori tumorali in T4a gastrico cancer

significato prognostico della marcatori tumorali in T4a cancro gastrico
Abstract
sfondo
L'importanza clinica di marcatori tumorali preoperatorie rimane sfuggente nel cancro gastrico. Lo scopo di questo studio era di valutare il valore prognostico della AFP, CEA, CA 19-9, e CA50 nel carcinoma gastrico T4a fase.
Metodi
Duecento e settantatre T4a pazienti affetti da cancro gastrico sottoposti curativa gastrectomia D2 tra il 1996 e il 2005 sono stati valutati. La correlazione tra marcatori tumorali e le caratteristiche clinico-patologiche e valore prognostico dei marcatori tumorali pre-operatori sono stati studiati
Risultati
analisi di correlazione ha mostrato che AFP è stata associata con Borrmann tipo (P = 0,010
).; CEA con il sesso (P = 0,029
), i tumori sito (P = 0,014
), e la fase N (P = 0,001
); CA19-9 con l'età (P = 0,047
), sede del tumore (P = 0,011
), invasione linfovascolare (P = 0.004
), e la fase N (P = 0.000
); CA50 con l'età (P = 0.017
), sede del tumore (P = 0,004
), dimensioni del tumore (P = 0,014
), e la fase N (P = 0.000
). L'analisi multivariata ha mostrato che la positività di preoperatoria CEA, CA 19-9, e CA50 sono stati i principali fattori prognostici sfavorevoli indipendenti di pazienti con cancro gastrico T4a fase.
Conclusioni
marcatore tumorale sierico pre-operatoria potrebbe essere un candidato per il sistema di stadiazione in Oltre ai fattori tradizionali.
Parole
tumore marcatori del cancro gastrico prognosi Sfondo
cancro gastrico è stato il quarto cancro comune a livello mondiale, ed è stata la seconda causa più comune di morte per cancro [1]. Anche se la sopravvivenza del cancro gastrico è stato migliorato notevolmente in alcuni paesi, in particolare in Giappone, forse a causa di diagnosi precoce a seguito di un gran numero di esami endoscopici eseguiti per i disturbi gastrici, la sopravvivenza era ancora relativamente bassa in Nord America e in Europa occidentale, anche nei casi trattati da un intervento chirurgico radicale, che ha sollevato la questione se la patologia molecolare del cancro gastrico è risultato simile in tutto il mondo [2-4]. Pertanto, una spinta importante per questo studio era la mancanza di studi precedenti su larga scala popolazione cinese valutare l'espressione di marcatori prognostici molecolari nei pazienti affetti da cancro gastrico. A causa della variabilità della prognosi in una fase clinica o patologica di cancro gastrico al momento della presentazione, che ha mostrato stadio del tumore non poteva fornire informazioni complete sul comportamento clinico di cancro gastrico, vi è stata una costante ricerca di marcatori biologici specifici per identificare sottogruppi di pazienti con il corso più aggressivo della malattia [5-7]. Alcuni marcatori tumorali, tra cui alfa-fetoproteina (AFP), l'antigene carcinoembrionario (CEA), l'antigene di carboidrati (CA) 19-9, CA50, e CA72-4 sono stati segnalati per essere elevato in alcuni pazienti con cancro gastrico [8-10] . AFP, ha scoperto circa mezzo secolo fa da Abelev et al.
, Era un marcatore sensibile per la diagnosi di tumore epatocellulare [11]. Il livello sierico di AFP è aumentato anche a AFP-produzione di cancro gastrico [12, 13]. CEA, originariamente descritta nel 1965 da oro e Freedman, è stato regolarmente utilizzato come marcatore sierico per il tumore del colon-retto [14]. CEA è una glicoproteina della famiglia delle immunoglobuline cui funzione era di promuovere legame cellulare. CA19-9, descritta da Koprowski et al.
Nel 1979 come marker per il cancro del colon-retto, era diventato il marcatore tumorale più importante per adenocarcinoma pancreatico [15]. CA19-9 era una mucina ad alto peso molecolare che ha giocato un ruolo nella adesione delle cellule tumorali alle cellule endoteliali. CA50, inizialmente presentato fuori linee cellulari di cancro del colon-retto da Holmgren et al.
Nel 1984, era una specie di antigene glycolipid che ha giocato un ruolo importante nella crescita e differenziazione delle cellule [16]. CA72-4 è una glicoproteina complessa che ha elevato nel siero di seno dei pazienti, al pancreas, alle ovaie, del colon e tumori gastrici. CA72-4 è stato considerato come uno dei marcatori più specifici e sensibili per i tumori gastrici. Tuttavia, non è stato testato di routine per i pazienti di cancro gastrico nel nostro ospedale prima del 2005. Allo stato attuale, il valore di questi marcatori tumorali in T4a cancro gastrico stadio era ancora sfuggente, che è stato responsabile di oltre il 40% del cancro gastrico e possono presentare livelli sierici anormale di marcatori tumorali. In questo studio retrospettivo, abbiamo valutato l'associazione tra marcatori tumorali e le caratteristiche clinico-patologiche e il valore prognostico dei marcatori tumorali nel cancro gastrico T4a fase.
Metodi
pazienti
In totale, 273 pazienti con istologicamente confermato adenocarcinoma gastrico primaria sottoposti a gastrectomia curative presso il Dipartimento di chirurgia addominale, Cancer Hospital, Università di Fudan tra gennaio 1996 e dicembre 2005. I dati sono stati recuperati dai loro rapporti attivi e patologici, e dati di follow-up sono stati ottenuti per telefono, database clinico ambulatoriale, e la lettera. Il consenso informato è stato dato a tutti i partecipanti. l'approvazione etica è stata data da Cancer Hospital. Lo studio comprendeva 192 uomini e 81 donne di età compresa tra 22 e 78 anni, età media era di 56 ± 12 anni. Ci sono stati 117 pazienti di età superiore a 59 anni; il rapporto tra uomini e donne è 192: 81; 14 pazienti avevano una storia familiare di cancro gastrico; 198 pazienti piaceva mangiare cibi fritti, 50 pazienti piaceva mangiare alimenti ricchi di grassi, e gli altri 25 pazienti non aveva speciale preferenza per cibi fritti o cibi grassi; 64 casi avevano una storia di fumo. Messa in scena è stata eseguita secondo la commissione americana congiunto sul cancro (AJCC) Classificazione stadiazione TNM per il carcinoma dello stomaco (settima edizione, 2010) [17]. Tutti i pazienti appartenevano a T4a cancro gastrico secondo la Staging System AJCC /TNM. Gastrectomia è stata eseguita secondo la classificazione giapponese di gastrico Carcinoma [18]. D2 gastrectomia, completa dissezione dei nodi di primo livello e di secondo livello linfatici, è stata eseguita in tutti i 273 pazienti. In ciascun caso, 15 o più linfonodi stati sezionati secondo la classificazione AJCC /TNM. Un follow-up di tutti i pazienti è stata effettuata secondo il nostro protocollo standard (ogni 3 mesi per almeno 2 anni, ogni 6 mesi per i prossimi 3 anni, e dopo 5 anni ogni 12 mesi per la vita). Le voci di check-up incluso l'esame fisico, l'esame del tumore-marcatore, ecografia, radiografia del torace, tomografia computerizzata, e l'esame endoscopico. Il tempo mediano di follow-up è stato 61,2 mesi per i pazienti ancora in vita al momento dell'analisi.
Test siero per AFP, CEA, CA 19-9, e CA50
I campioni di sangue sono stati ottenuti da tutti i pazienti al mattino durante la settimana prima dell'intervento chirurgico. Il campione di sangue è stato centrifugato a 1000 g per 10 minuti per separare il plasma dalle cellule del sangue. AFP, CEA, CA 19-9, e CA50 sono stati analizzati con particelle magnetiche immunoenzimatico in UniCel TM DxI 800 sistema immunologico di accesso (Beckman Coulter Inc. Miami di U.S.A). Il valore di cut-off per AFP sierica, CEA, CA 19-9, e CA50 sono stati 10 mg /l, 10 mg /L, 37 U /mL e 20 U /mL, rispettivamente, secondo le istruzioni del produttore.
Chemioterapia adiuvante
Un totale di 223 pazienti hanno ricevuto chemioterapia adiuvante entro 4 settimane dopo l'intervento chirurgico. C'erano quattro tipi di regimi chemioterapici in nostro studio: (1) la somministrazione orale di tegafur 600 mg al giorno per almeno 1 anno (n =
80); (2) la somministrazione orale di doxifluridina 1200 mg al giorno per almeno 1 anno (= 65); (3) una combinazione di 5-fluorouracile, cisplatino, e mitomicina C, 500 mg /m 2 5-fluorouracile stato somministrato mediante infusione endovenosa dal giorno 1 al giorno 5, 20 mg /m 2 cisplatino endovenosa da giorni 1 a 5, e 8 mg mitomicina C endovenosa il giorno 1, quindi ripetuta ogni 21 giorni per almeno sei cicli (n
= 43); e (4) una combinazione di 5-fluorouracile e hydroxycamptothecine, la somministrazione endovenosa di 500 mg /m 2 5-fluorouracile e 8 mg /m 2 hydroxycamptothecine dal giorno 1 al giorno 5, ripetuta ogni 21 giorni per almeno metodi statistici sei cicli (n = 43
)
.
L'associazione tra marcatori tumorali e fattori clinico-patologici è stata valutata mediante il test chi-quadrato. I tassi di sopravvivenza a 5 anni sono stati calcolati con il metodo Kaplan-Meier [19], e le differenze tra le curve di sopravvivenza sono stati esaminati con log-rank test. Il valore prognostico indipendente di marcatori tumorali e le caratteristiche clinico-patologiche è stato analizzato da Cox modello pericoli proporzionale [20]. Le differenze sono state considerate statisticamente significative quando il valore P
era & lt; 0.05. Analisi statistica e grafici sono stati eseguiti con il pacchetto statistico SPSS 16.0.
Risultati
Caratteristiche dei pazienti La rosa della 273 pazienti esaminati, 90 pazienti avevano tumori situati nel terzo superiore dello stomaco, 52 pazienti avevano tumori il terzo medio, 124 pazienti avevano tumori nel terzo inferiore, e sette pazienti avevano tumori che occupa due terzi dello stomaco o più. La distribuzione delle fasi dopo l'intervento patologici dei pazienti è stato il seguente: 49 pazienti appartenevano a IIb fase, 49 pazienti di stadio IIIA, IIIB 52 pazienti al palco, e 123 pazienti di stadio IIIC. gastrectomia parziale è stata eseguita in 193 pazienti, e gastrectomia totale è stata eseguita in 80 pazienti.
tassi positivi della marcatori tumorali
Le preoperatori siero tassi positivi di AFP, CEA, CA 19-9, e CA50 sono stati del 5,9%, 16,1% , 32,6% e 29,7% rispettivamente. Il valore del siero di AFP variava da 0 a 3000 mg /L (media 17.26 mg /L, e la mediana 1,85 mg /L), CEA 0-401 mg /L (media 15.84 mg /L, e la mediana 1.67 mg /L) , CA19-9 da 1 a 1000 U /mL (media 68.81 U /mL, e mediana 15.58 U /mL), CA50 0-549 U /mL (media 37.02 U /mL, e mediana 12.00 U /mL).
L'analisi di correlazione
pazienti con positivo CEA, CA 19-9, o CA50 ha mostrato uno stadio del tumore più avanzato rispetto a quelli con valori negativi (P = 0,001
, 0.000 e 0.000, rispettivamente). Presenza di occupare due terzi dello stomaco o più era più frequente nei pazienti con positivi CEA, CA 19-9, o CA50 (P = 0,014
, 0.011, 0.004, rispettivamente). Le proporzioni di giovani pazienti erano significativamente più alti nei pazienti con elevati CA19-9 siero (P = 0.047
) e CA50 (P = 0.017
) livelli rispetto a quelli con livelli normali. Un tasso positivo statisticamente significativa è stata trovata per il CEA (P = 0.029
) livello nei maschi. Borrmann IV era più frequente nei pazienti con positivo AFP (P = 0,010
). I pazienti con invasione linfovascolare più frequentemente hanno mostrato valori più elevati di CA19-9 (P = 0,004
). I pazienti con tumori di grandi dimensioni sono stati associati con alti tassi significativamente positivi del CA50 (P = 0,014)
. Lo status di invasione nervoso non ha influenzato la positività dei marcatori tumorali (Tabella 1) .table marcatori tumorali 1 sierici e fattori clinico-patologiche della
pazienti fattori (n)
AFP (+)
n (%)
P
CEA (+)
n (%)
P
CA19-9 (+)
n (%)
P
CA50 (+)
n (%)
P
Sex
0.408
0.029
0,213 0,242

Male (192)
13 (6.8)
37 (19,3)
67 (34,9)
61 (31,8)
femminile (81) Pagina 3 (3.7) Pagina 7 (8.6)
22 (27,2)
20 (24,7)
Età (anni)
0,053
0,779
0,047 0,017

≤40 (26) Pagina 4 (15,4) Pagina 3 (11.5)
13 (50.0)
13 (50.0)
& gt; 40 ( 247)
12 (4.9)
41 (16,6)
76 (30,8)
68 (27.5)
Tumore sito
0,153
0,014 0,011

0.004
Alto (90)
5 (5.6)
16 (17,8)
31 (34,4)
31 (34,4)
Medio (52) Pagina 3 (5.8)
5 (9.6)
19 (36,5)
15 (28,9)
inferiore (124)
6 (4.8)
19 (15.3)
33 ( 26.6)
29 (23,4)
≥Two terzo (7) Pagina 2 (28.6) Pagina 4 (57,1)
6 (85,7)
6 (85,7)
tumore dimensioni
0,063 0,812

0,102 0,014

≤6 (178) Pagina 7 (3.9)
28 (15,7)
52 (29.2)
44 (24,7)
& gt; 6 (95)
9 (9,5)
16 (16,8)
37 (38,9)
37 (38,9)
tipo Borrmann
0,010 0,365

0,086 0,066

I (15)
0 (0.0) Pagina 2 (13.3) Pagina 4 (26,7) Pagina 3 (20,0)
II (8)
1 (12.5)
0 (0.0) Pagina 4 (50,0) Pagina 2 (25,0)
III (228)
10 ( 4.4)
36 (15,8)
69 (30,3)
64 (28,1)
IV (22)
5 (22,7)
6 (27,3)
12 (54.6 )
12 (54,6)
N scena
0,065 0,001

0.000
0.000
N0 (49)
0 (0.0) Pagina 3 (6.1) Pagina 7 (14,3) Pagina 6 (12,2)
N1 (49)
1 (2,0)
6 (12,2)
14 (28,6)
14 ( 28.6)
N2 (52) Pagina 4 (7.7) Pagina 3 (5.8)
10 (19,2)
9 (17,3)
N3 (123)
11 (8.9 )
32 (26,0)
58 (47,2)
52 (42,3) invasione
nervoso
0,156
0.520
0,051 0,294

+ (197)
9 (4.6)
30 (15.2)
71 (36.0)
62 (31,5)
- (76) Pagina 7 (9.2)
14 ( 18.4)
18 (23,7)
19 (25,0)
linfovascolare invasione
0,399 0,212

0,004 0,085

+ (196)
10 (5.1)
35 (17,9)
74 (37,8)
63 (32,7)
- (77)
6 (7.8)
9 (11,7)
15 (19.5)
17 (22,1)
cifre indicate tra parentesi sono percentuali.
L'analisi univariata
Il over-all tasso di sopravvivenza a 5 anni è stato del 38,1% per tutti i 273 pazienti. I fattori prognostici significativi inclusi: i livelli sierici di AFP, CEA, CA 19-9, e CA50 (Figura 1), l'età, le dimensioni del tumore, sito del tumore, tipo Borrmann, stadio dei linfonodi, l'invasione nervoso, e l'invasione linfovascolare (Tabella 2) . La sopravvivenza a 5 anni è stata inferiore nei pazienti con elevati AFP (P = 0,012
), CEA (P = 0.000
), CA19-9 (P = 0.000
), o CA50 (P
= 0.000) rispetto ai pazienti con normali livelli di marcatori tumorali. La sopravvivenza a 5 anni è stata più lunga nei pazienti con pN0 o pN1 rispetto ai pazienti con pN2 o pN3 (P = 0.000
), nei pazienti più anziani (p = 0,038
), in pazienti con piccole dimensioni del tumore (P
= 0,003), in pazienti con una presenza che occupa meno di due terzi dello stomaco (P = 0,008
), in pazienti senza Borrmann IV (P = 0.017
), in pazienti senza invasione nervoso (P
= 0.000) o linfovascolare invasione (P = 0.000
). Il sesso, la chemioterapia adiuvante non ha mostrato alcun rapporto con la sopravvivenza. Figura 1 Confronto delle curve cumulative in base al livello di AFP, il livello di CEA, il livello di CA 19-9, e il livello di CA50. I pazienti con elevati livelli sierici di AFP, CEA, CA 19-9, o livelli di CA50 avevano una prognosi significativamente peggiore rispetto ai pazienti con normali livelli di uno dei due marcatori (P = 0,012
, 0.000, 0.000, e 0.000, rispettivamente).
Table 2 predittori di sopravvivenza globale in funzione di fattori l'analisi univariata
(n)
sopravvivenza a 5 anni (%)
log-rank χ2
P

AFP
6.287
0,012
≥10 (16)
25,0
& lt; 10 (257)
38,9
CEA
58,940
0.000
≥10 (44)
11.4
& lt; 10 (229)
43,2
CA19-9
131,705
0.000
≥37 (89)
10.1
& lt; 37 (184)
51,6
CA50
104,377
0.000
≥20 (81)
13,6
& lt; 20 (192)
48,4
Sex
0,001 0,978

Male (192)
38,5
femminile (81)
37,0
Età (anni)
4.300
0,038
≤40 (26)
23,1
& gt; 40 (247)
39,7
Tumore sito

11,754
0.008
Alto (90)
34,4
Medio (52)
34,6
inferiore (124)
43,5
≥Two terzo (7 )
14.3
Tumore dimensioni
8,687 0,003

≤6 (178)
42,7
& gt; 6 (95)
29,5
Borrmann digitare
10,158
0,017
I (15)
40,0
II (8)
50,0
III (228)
39,0
IV ( 22)
22,7
N stadio
62,666
0.000
N0 (49)
67,3
N1 (49)
53,1
N2 (52 )
44.2
N3 (123)
17,9
nervoso invasione
17,848
0.000
+ (197)
29,9
- (76)
59,2
linfovascolare invasione
17,242
0.000
+ (196)
30.6
- (77)
57,1
adiuvante di chemioterapia

1.443
0.230
Si (223)
39,0
No (50)
34,0
L'analisi multivariata ha
analisi della sopravvivenza multivariata è stata eseguita valutando tutti i fattori prognostici significativi da analisi univariata per determinare i fattori prognostici indipendenti per il cancro gastrico T4a fase. L'analisi multivariata utilizzando rischi proporzionali di Cox ha mostrato che il modello marcatori tumorali, tra cui CEA, CA 19-9, e CA50, sono stati i fattori prognostici indipendenti, come le dimensioni del tumore, lo stadio dei linfonodi, e l'invasione nervoso. Secondo il rischio relativo, questi fattori prognostici indipendenti sono stati classificati come CEA, CA 19-9, invasione nervoso, CA50, stadio pN, e le dimensioni del tumore scendendo (Tabella 3) .table 3 fattori prognostici indipendenti All'analisi multivariata di Cox modello
Fattori
Hazard ratio
95% CI
P

CEA
2.809
1.823–4.327
0.000
CA19-9
2.740
1.620–4.635
0.000
CA50
2.091
1.236–3.538
0.006
Tumor dimensione
1.595
1,147-2,219
0.006
pN fase
1.624
1,378-1,914
0.000
nervoso invasione
2.510
1,456-4,325
0.001
Confronto di sopravvivenza secondo il CEA, CA 19-9, e CA50
secondo AJCC /TNM Staging System, T4a cancro gastrico stadio è stato diviso in quattro fasi: IIB, IIIA, IIIB, IIIC e. Sulla base di CEA, CA 19-9, e CA50, che sono tutti i fattori prognostici indipendenti, stadi II e III sono stati divisi in CEA (+) e CEA (-), CA19-9 (+) e CA19-9 (-), CA50 (+) e CA50 (-), rispettivamente. Ci sono state differenze significative di sopravvivenza globale a 5 anni tra CEA (+) e CEA (-) secondo stadio II e III (P = 0.002
e 0.000, rispettivamente; Figura 2). Ci sono state differenze significative di sopravvivenza globale a 5 anni tra CA19-9 (+) e CA19-9 (-) secondo stadio III (P = 0.000
; Figura 3). Ci sono state differenze significative di sopravvivenza globale a 5 anni tra CA50 (+) e CA50 (-) secondo stadio III (P = 0.000
; Figura 4). Figura 2 Confronto della sopravvivenza secondo fasi II e III. È stata osservata una differenza significativa nella sopravvivenza dei pazienti con fasi II e III tra CEA positivo e negativo CEA (P,
= 0,002 e 0,000, rispettivamente).
Figura 3 Confronto della sopravvivenza secondo fasi II e III. È stata osservata una differenza significativa nella sopravvivenza dei pazienti con stadio III tra il CA19-9 positivo e negativo CA19-9 (P = 0.000
).
Figura 4 Confronto tra la sopravvivenza in base alle fasi II e III. . È stata osservata una differenza significativa nella sopravvivenza dei pazienti con stadio III tra il CA50 e CA50 positivo negativo (P = 0.000
)
Discussione
I principali risultati di questo studio sono stati: (1) i marcatori tumorali tra cui CEA, CA19-9, e CA50 sono stati fattori prognostici indipendenti per T4a cancro gastrico stadio; e (2) vi erano differenze significative di tasso complessivo di sopravvivenza a 5 anni tra CEA (+) e CEA (-) secondo le fasi II e III; tra CA19-9 (+) e CA19-9 (-) secondo stadio III; tra CA50 (+) e CA50 (-). in base alla fase III
vari marcatori tumorali sono state identificate in quanto Oro e Freedman segnalati alla scoperta dell'antigene carcinoembrionario (CEA) nel 1965 [14]. Questi marcatori tumorali sono stati studiati principalmente per l'applicabilità e la fattibilità in termini di tumori la diagnosi precoce. Tra questi tumori, AFP, CEA, CA 19-9, CA50, e CA72-4 sono stati considerati come marcatori relativamente specifici per i tumori gastrici. In particolare, CA 72-4 è stato considerato come uno dei marcatori più specifici e sensibili per i tumori gastrici. Tuttavia, come uno studio retrospettivo, abbiamo potuto valutare solo il valore prognostico della AFP, CEA, CA 19-9, e CA50 per i tumori gastrici, che sono stati valutati nel nostro istituto. Alcuni studi hanno indagato il valore di vari marcatori tumorali, tra cui CEA, CA 19-9, e CA50 nel cancro gastrico [21-23]. Alcuni report hanno mostrato che uno o più marcatori tumorali potrebbero prevedere i risultati clinici specifici quali la prognosi, la risposta al trattamento, e le recidive, anche se i risultati non sono stati coerenti. Inoltre, questi studi sono stati neutralizzati da diversi difetti metodologici: (1) l'inclusione di pazienti con vari stadi tumorali infuria da localizzato a metastatico; e (2) un regime di trattamento eterogenea. Quindi è necessario chiarire il valore dei marcatori tumorali nel gruppo omogeneo di pazienti con cancro gastrico.
Noi pazienti solo valutati con T4a N0-3 M0 cancro gastrico, che ha ricevuto D2 gastrectomia. Le ragioni di includendo solo tumori gastrici T4a come segue: (1) Ci sono stati alcuni studi sull'impatto prognostico di marcatori tumorali nel cancro gastrico, ma raramente hanno gli studi precedenti valutato l'impatto prognostico di marcatori tumorali, quando specifica profondità dell'invasione è stato coinvolto , soprattutto nella classificazione T4a che era responsabile di oltre il 40% dei tumori gastrici. Pertanto, la determinazione precisa del valore prognostico di marcatori tumorali in T4a cancro gastrico ha una notevole importanza clinica. (2) Dal momento che alcuni studi precedenti hanno mostrato un'associazione tra la profondità di invasione del tumore e livelli sierici di markers tumorali [24, 25], è stato difficile identificare gli importanti fattori prognostici a causa di fattori interconnessi. In ogni caso, 15 o più linfonodi sono stati sezionati secondo la classificazione AJCC /TNM. In questo studio, il tasso positivo di pazienti con elevati livelli sierici di AFP è stato del 5,9%, che era simile a quelli riportati da altri ricercatori [12, 24, 26]. Il tasso positivo di CEA e CA19-9 erano 16,1% e 32,6%, rispettivamente, che sono inferiori a quello di altri studi [27, 28]. La percentuale corrispondente di pazienti con livelli sierici elevati CA50 è stata del 29,7%. I tassi positivi di marcatori tumorali sono pensati per essere influenzato da progressione del tumore al momento della presentazione. Quando il siero tassi positivi di AFP, CEA, CA 19-9, e CA50 sono stati valutati in base alla TNM fase di raggruppamento, ha mostrato che i tassi positivi aumentano gradualmente con lo stadio.
Noi rispetto ad altri fattori clinico-patologici tra i pazienti con marcatori tumorali elevate e quelli con livelli normali di marcatori tumorali nel siero. La proporzione di pazienti con elevati AFP sierica era significativamente più alta nei pazienti con Bormmann IV. Il CEA sierica era associata con il sesso, sede del tumore, e lo stadio pN. Il CA19-9 sierica era associata con l'età, sito del tumore, l'invasione linfovascolare, e lo stadio pN. CA50 positività era significativamente associato con l'età, dimensioni del tumore, sito del tumore, e lo stadio pN. Abbiamo scoperto che questi marcatori tumorali sono stati associati con pN palco. Questa scoperta ha indicato che i tassi positivi di un aumento dei marcatori tumorali come il tumore progredito. Questo è stato d'accordo con precedenti studi di AFP, CEA e CA 19-9 [25, 26]. Inoltre, abbiamo scoperto che il tasso positivo di CEA era maggiore nei maschi che nelle femmine, che non era coerente con le precedenti alcuni studi [26, 29]. Era possibile che i campioni limitati a questi studi hanno contribuito alla correlazione negativa tra CEA e di genere. Questo risultato indica che il CEA nel siero dovrebbe essere studiata nei pazienti con cancro gastrico, soprattutto per i pazienti di sesso maschile.
Secondo l'analisi univariata, i nostri risultati hanno mostrato che vi era una differenza significativa nella sopravvivenza a 5 anni complessivo in termini di marcatori tumorali e distinti fattori clinico-patologiche, che comprendeva età, dimensioni del tumore, il sito del tumore, tipo Borrmann, stadio dei linfonodi, invasione nervoso, e l'invasione linfovascolare. Abbiamo trovato che i livelli sierici di AFP, CEA, CA 19-9, e CA50 erano significativamente correlati con il tasso di sopravvivenza nei pazienti con cancro gastrico T4a palco, che era in accordo con precedenti studi di AFP, CEA e CA 19-9 [25, 26, 29]. Queste correlazioni indicato che i pazienti con valori positivi di marcatori tumorali hanno prognosi peggiore, che a sua volta può essere dovuto a una percentuale preponderante del carcinoma gastrico avanzato in questa coorte di pazienti.
L'analisi multivariata utilizzando rischi proporzionali di Cox ha mostrato che il modello marcatori tumorali tra cui CEA, CA 19-9, CA50, erano fattori prognostici indipendenti, come le dimensioni del tumore, lo stadio dei linfonodi, e l'invasione nervoso. L'analisi di Cox di regressione ha mostrato che i pazienti con elevati livelli di CEA, CA 19-9, e CA50 avevano un più alto rischio di morte rispetto ai pazienti con bassi livelli di questi marcatori. Tranne CA50, il valore prognostico della CEA e CA 19-9 nel cancro gastrico è stata ampiamente studiata. Tocchi et al
. [30] ha rilevato che il CEA e CA 19-9 forniti valore predittivo indipendente di pazienti affetti da cancro gastrico, ma gli altri studi non hanno mostrato risultati coerenti [26, 29]. Ciò era probabilmente dovuto alla eterogeneità dei pazienti inclusi in questi studi, compresi quelli con malattia localizzata che si sottopongono a gastrectomia e quelli con malattia localmente avanzata e diffusa che non possono essere sottoposti a resezione.
Per valutare se CEA siero, CA19-9, e CA50 potrebbe fornire informazioni prognostiche aggiuntive sulla base del sistema di stadio AJCC /TNM, abbiamo confrontato le curve di sopravvivenza cumulativi in ​​base alla CEA, CA 19-9, e CA50. I risultati hanno mostrato che vi erano differenze significative tra i pazienti con livelli elevati e quelli con normali livelli sierici di CEA, CA 19-9, e CA50 in stadio III. Questi risultati hanno indicato che i livelli sierici di CEA, CA 19-9, e CA50 potrebbero fornire informazioni prognostiche aggiuntive in parte dei pazienti con cancro gastrico T4a fase. Risultati simili in pazienti con cancro gastrico sono stati segnalati da altri. Un precedente studio ha riportato che il tasso di sopravvivenza dei pazienti affetti da cancro gastrico in stadio I, II, e III con livelli di CEA elevati nel siero è risultato significativamente più povera di quella dei pazienti con livelli normali [31]. Un altro studio ha riportato che ci sono state differenze significative tra i pazienti con livelli elevati di CA19-9 e quelli con livelli normali in stadio I [23]. La ragione per cui i livelli preoperatori di marcatori tumorali potrebbero influenzare la sopravvivenza a lungo di T4a cancro gastrico è ancora chiaro; era possibile che un certo numero di fattori biologici sono coinvolti. CEA e CA 19-9 apparteneva a molecole di adesione intercellulare, così cellule che esprimono queste glicoproteine ​​possono avere un maggiore potenziale invasivo [8]. CA50 ha agito come una sorta di antigene glycolipid che ha giocato un ruolo nella crescita e differenziazione delle cellule, suggerendo che le cellule che esprimono questo antigene sarebbe in possesso di una maggiore attività proliferante [16].
Alcuni limiti di questo studio dovrebbe essere riconosciuto. In primo luogo, abbiamo solo valutato pazienti con T4a N0-3 M0 cancro gastrico. Anche se questo è un disegno dello studio, solo l'inclusione di T4a scena tumori gastrici limiterebbero l'applicazione dei risultati alla fase iniziale o di cancro gastrico più sfavorevole fase moderata. In secondo luogo, CA72-4 non è stato regolarmente testato per cancro gastrico prima del 2005 nel nostro ospedale, quindi il suo valore predire per cancro gastrico non era noto. In terzo luogo, a causa di dati incompleti sulla periodicità, non era in grado di valutare la correlazione tra marcatori tumorali e ricorrenza. In quarto luogo, non siamo riusciti a determinare il valore prognostico della citologia peritoneale nel nostro studio, perché non effettuare la citologia peritoneale nella gestione del carcinoma gastrico. Pertanto, questo può aver influenzato i dati di sopravvivenza. Inoltre, alcuni altri marcatori molecolari come il DNA cell-free (cfDNA) e miRNA devono essere esaminati in futuro. Studi precedenti hanno dimostrato un aumento della circolazione cfDNA in diversi tipi di cancro [32]. MicroRNA (miRNA) ha svolto un ruolo importante nella regolazione del gene espresso. Chen et al.
[33] ha rilevato che pattern di espressione di miRNA siero è stato alterato nella riflessione di vari malattia
. Conclusioni
In conclusione, marcatore tumorale, che può essere facilmente misurato prima dell'intervento chirurgico, è un semplice e fattore prognostico affidabile in T4a stadio del cancro gastrico. Quindi potrebbe essere un candidato per il sistema di stadiazione oltre a fattori convenzionali. Tuttavia, come uno studio retrospettivo, i nostri dati potrebbero non consentire di affrontare direttamente alcuni problemi. Su larga scala, studi prospettici, che ha unito i marcatori tumorali e marcatori molecolari come cfDNA e miRNA, sono necessari per rispondere alle domande di cui sopra, in futuro
Autore contributi
ideato e progettato gli esperimenti:. XWL HC YNW. Eseguita gli esperimenti: XWL. dati analizzati: XWL YNW. Ha scritto il giornale: XWL. Tutti gli autori hanno letto e approvato il manoscritto finale.
Sinossi
marcatore tumorale, che può essere facilmente misurato prima dell'intervento chirurgico, è un fattore prognostico semplice ed affidabile nel carcinoma gastrico T4a fase.